Taranto. Detenuto ai domiciliari, spacciava in casa protetto da telecamere anti intrusione

Il materiale (e il denaro) sequestrato dai Carabinieri

Il materiale (e il denaro) sequestrato dai Carabinieri

Nonostante la presenza di telecamere di sorveglianza, che aveva installato per verificare per tempo l’eventuale arrivo delle forze dell’ordine preposte ai controlli domiciliari, Giacomo Sciancalepore, 24 enne detenuto ai domiciliari, è stato scoperto dai Carabinieri del comando di Taranto.

I militari approfittando dell’uscita di un residente dello stabile sono riusciti ad eludere il controllo dell’impianto di videosorveglianza ed a perquisire l’abitazione dell’uomo.

Sono così state rinvenute 3 dosi di sostanza di cocaina, per un peso di circa 1,3 grammi oltre a vario materiale per il  confezionamento ed un bilancino elettronico di precisione. Sequestrati anche 350 euro in contanti.

Sottoposti a sequestro anche il monitor e le due telecamere che riprendevano in tempo reale l’atrio condominiale, la rampa delle scale ed il pianerottolo del piano dell’abitazione del pregiudicato.

Il giovane, condotto nella caserma “Ugo De Carolis” di viale Virgilio, è stato tratto in arresto e rimesso ai domiciliari ma con l’applicazione del sistema elettronico di controllo del “braccialetto elettronico”.

Share Button