A Matera il procuratore generale della Corte dei Conti per un convegno contro la corruzione

Convegno Corte dei Conti a MateraMATERA – Ammontano a un totale di 48 milioni di euro le condanne comminate nel 2013 dalla Procura generale della Corte dei Conti: 22 milioni per danni patrimoniali e 26 milioni per danni di immagine, mentre è di 31 milioni di euro l’importo sanzionato in Appello.

Lo ha reso noto oggi, a Matera il Procuratore generale della Corte dei Conti, Salvatore Nottola, nel corso di un convegno promosso dall’Amministrazione comunale sul tema ”Il contrasto alla corruzione fra interventi normativi e giudiziari: il contributo della Corte dei Conti a 20 anni dal suo decentramento”.

“Prevenzione e vigilanza sulle cause e sulle occasioni che ha detto Nottola – determinano la casistica della corruzione sono la strada da perseguire per contrastarla. Capire, per esempio, perché su un’opera pubblica ci sono rinvii nell’espletamento delle procedure significa lavorare, anche sul piano normativo, sui rimedi, sui tempi e sui mezzi per contrastare il malaffare che penalizza la collettività”.

Si avvia a superare le 500 cause trattate nel 2014 l’attività della Corte dei Conti della Basilicata, con una casistica che riguarda diversi settori degli enti locali, agenzie sub-regionali e società partecipate.

”Ai cittadini – ha sottolineato il procuratore regionale presso la Procura della Corte dei Conti, Michele Oricchio – va l’invito a partecipare di più. In Basilicata c’è una situazione consolidata da battere, con una casistica di un numero ricorrente e definito di persone coinvolte nei diversi procedimenti e questo a discapito dell’efficienza dei servizi che il territorio e il cittadino si attendono”.

Il servizio TG di Michele Cifarelli

Share Button