Iva non versata da due aziende nel Vulture Melfese. I legali di uno degli imprenditori: somme già rateizzate

Tribunale PotenzaPOTENZA – Gli avvocati Carmine Ruggi e Fabio Di Ciommo, legali di fiducia di Giuseppe Maglione, uno dei due imprenditori ai quali sono stati sequestrati beni immobili per un totale equivalente a 1,2 milioni di euro di iva non versata, hanno diffuso una nota in cui è scritto che “l’imprenditore melfitano, legale rappresentante della società, nega completamente ogni tipo di addebito che gli viene contestato dalla Procura della Repubblica di Potenza in riferimento al mancato pagamento dell’Iva relativa agli anni 2009 e 2010”.

“Le somme in oggetto – hanno spiegato gli avvocati Ruggi e Di Ciommo – sono state rateizzate fin dal 2011 ed i pagamenti risultano regolari, come attestato dalla stessa Agenzia delle Entrate di Melfi in data 10 ottobre scorso. L’intera documentazione comprovante quanto sostenuto dall’indagato è stata già fornita all’Autorità procedente, con la certezza che fin dalle prossime ore – hanno concluso i due legali – si chiarisca definitivamente l’estraneità del Maglione alla vicenda e si proceda al dissequestro dei beni immobili”.

Share Button