I numeri del 2014 per le celebrazioni nel 240esimo anniversario della Guardia Finanza

Guardia di FinanzaPOTENZA – Nei primi cinque mesi del 2014 in Basilicata sono stati recuperati a tassazione circa 54 milioni di euro e circa quattro milioni per l’Iva: sono state inoltre accertate violazioni alla legge sulle imposte sui redditi e sul valore aggiunto che hanno portato alla segnalazione all’Autorità Giudiziaria di 51 persone.

Sono alcuni dei dati illustrati stamani, a Potenza, nel corso della cerimonia per il 240/o anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, dal comandante Regionale Basilicata, il generale di brigata Valerio Zago. Nel complesso ”l’attività delle fiamme gialle lucane nell’anno 2014 ha visto un miglioramento qualitativo rispetto all’anno 2013. Infatti, nello specifico, andando ad analizzare alcuni tra i più importanti profili fiscali, si rileva un sostanziale incremento (di oltre il 139%) della base imponibile ai fini delle imposte dirette”.

Nel 2014, per reati fiscali, in Basilicata sono state avanzate proposte di misure cautelari amministrative per oltre 9,5 milioni di euro e proposte di sequestro preventivo di beni per circa otto milioni di euro.

Sono stati eseguiti sequestri per circa 1,7 milioni. Nel contrasto al lavoro irregolare, sono stati individuati 32 lavoratori in nero e verbalizzati dieci datori di lavoro. In materia di spesa pubblica, sono state riscontrate frodi al bilancio nazionale e comunitario per sei milioni di euro, con segnalazione all’Autorità Giudiziaria di 44 persone. Nel settore dei danni erariali sono state segnalate 146 persone, per circa nove milioni di euro. contestate violazioni a 12 soggetti, dei quali 8 denunciati a piede libero. Nella lotta alla contraffazione, sono stati sequestrati circa 26 mila articoli.

Share Button