Allevatori uccisi a Cirigliano. L’indagato non risponde, ora è in carcere

Il fuoristrada ritrovato con i due corpi

Il fuoristrada ritrovato con i due corpi

GORGOGLIONE – Non ha risposto alle domande dei Carabinieri e del pm Anna Franca Ventricelli, Antonio Saponara, l’agricoltore di 43 anni, che è accusato di duplice omicidio volontario e premeditato per aver ucciso stamani, nelle campagne tra Cirigliano e Gorgoglione (Matera), il cognato Giovanni Lauria, di 34 anni, e suo nipote, Giuseppe De Rosa, di 27.

L’uomo, che ieri sera aveva litigato con una delle due vittime, è stato portato nel carcere di Matera. Saponara è stato anche accusato di porto abusivo di arma da fuoco: il fucile semiautomatico da caccia calibro 12 è stato ritrovato dai Carabinieri e sequestrato.

Nelle ore successive al duplice omicidio, gli investigatori hanno ascoltato diverse persone. Il movente del duplice omicidio dovrebbe essere rappresentato dai continui litigi per motivi famigliari e di proprietà tra Saponara e le due vittime.

Share Button