Policoro. Registrata come associazione dilettantistica, scuola di ballo occulta 150mila euro di ricavi

Scuola di BalloPOLICORO – Ammontano a circa 150 mila euro i ricavi non dichiarati (da versare Iva per 25 mila euro) da una scuola da ballo operante da diversi anni in tre centri del Metapontino e che – secondo la Guardia di Finanza – esercitava ”una vera e propria attività commerciale” beneficiando però del regime fiscale di favore destinato alle Associazioni sportive dilettantistiche (Asd).

In particolare le stesse associazioni non sono tenute all’obbligo delle scritture contabili e non sono soggette al pagamento dell’Iva e delle imposte sui redditi. Durante le indagini, i militari della Compagnia di Policoro hanno scoperto che l’associazione sportiva faceva pagare una retta mensile a chi frequentava i corsi di ballo, facendoli diventare, inconsapevolmente, soci dell’associazione sportiva.

Non sono stati però trovati i libri dei soci e delle assemblee, inoltre i responsabili dell’associazione non hanno mai redatto alcun documento di rendicontazione annuale né presentato alcuna dichiarazione al fisco.

Share Button