Disagio sociale: Luca ha scelto di lasciare Potenza

LucaPOTENZA – Lo scorso agosto 2013, raccontammo su TRM network la storia di disagio sociale vissuta da Luca, 40enne di Potenza costretto a vivere in condizioni d’indigenza in una piccola casa di periferia tra emarginazione e indifferenza.

Nei suoi occhi e nella sua voce, la testimonianza diretta di un’esistenza straziante: la gioia adolescenziale spezzata dalle percosse di un gruppo di bulli nel quartiere Bucaletto, poi l’abbandono prima del padre, poi della madre ed il ricovero forzato presso il Don Uva.

L’uomo parlò ai nostri microfoni per chiedere un aiuto che non è mai arrivato e per liberarsi di quel peso, evidentemente così grande da divenire insopportabile. La sua storia, infatti, è terminata nella giornata di ieri quando ha deciso di togliersi la vita.

Un gesto per mettere fine all’etichettatura difficile che gli era stata scaricata dalla società, a conferma di quanto anche un centro della provincia italiana possa risultare sordo alle richieste d’aiuto del vicino di casa. In queste ore Luca viene omaggiato sul web da amici e conoscenti, dove il ricordo di grande musicista di talento sicuramente non morirà mai. Resta l’angoscia e la speranza che situazioni come questa, da qui in avanti, riservino un finale diverso.

Share Button