Rimborsi illeciti. L’ ex assessore Martorano chiede il rito abbreviato

Attilio Martorano - Ex assessore regionale sanità

Attilio Martorano – Ex assessore regionale sanità

POTENZA – L’ex assessore regionale alla Sanità, Attilio Martorano – uno degli imputati nell’inchiesta della Procura di Potenza sui rimborsi percepiti dai consiglieri e dai gruppi regionali tra il 2009 e il 2010 – ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato: lo hanno annunciato i suoi legali nel corso dell’udienza preliminare che si sta svolgendo a Potenza, durante la quale il pm, Francesco Basentini, ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio per tutti gli indagati.

Subito dopo, gli avvocati degli ex consiglieri regionali Antonio Autilio, Roberto Falotico e Alessandro Singetta (difesi da Nicola Roccanova, Dino Donnoli e Paolo Galante), hanno presentato al gup, Tiziana Petrocelli, dei documenti contabili in cui vi sono indicazioni su alcune spese sostenute per l’espletamento della carica (indicate nelle procedure di rimborso) e contestate dai magistrati. Dopo l’acquisizione di questi atti il pm ha cominciato il suo intervento.

L’inchiesta, che lo scorso aprile tra l’altro ha portato all’emissione di misure cautelari nei confronti di due ex assessori di centrosinistra e di un consigliere di centrodestra, ha riguardato i resoconti delle spese presentate agli uffici regionali dai consiglieri e dai gruppi consiliari. I controlli sono stati effettuati da Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, confrontando le fatture allegate alle richieste di rimborso con l’ammissibilità di queste ultime in base alle norme. (ANSA).

Share Button