Alla guida di un TIR rubato, inseguito da Carabinieri si lancia nel vuoto. Muore cittadino di nazionalità marocchina

tir viadottoPOTENZA – E’ morto all’ospedale San Carlo di Potenza un cittadino marocchino di 33 anni che, la notte scorsa, dopo aver abbandonato un autocarro rubato due giorni fa in provincia di Lecce, alla vista dei Carabinieri, sulla strada statale 407 Basentana, nei pressi di Calciano (Matera) si è lanciato da un viadotto, da un’altezza di circa di dieci metri.

L’uomo, recuperato da una squadra specializzata Speleo alpino fluviale (Saf) dei Vigili del Fuoco, è stato trasferito in gravissime condizioni nell’ospedale di Potenza dove è poi morto. Secondo quanto si è appreso, alla vista dei militari il cittadino marocchino – che era residente in provincia di Napoli – ha abbandonato il mezzo e si è lanciato dal parapetto in ”jersey” che delimita il viadotto ”Calciano” – presso il quale c’è un cantiere per la ricostruzione di una campata – compiendo un volo nel buio di circa dieci metri.

Share Button