Rimborsopoli, notificate le sospensioni ai consiglieri

tribunale potenzaPOTENZA – Gli atti di sospensione dall’attività consiliare sono stati notificati in mattinata dalla Digos ai consiglieri regionali lucani coinvolti nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Potenza sui rimborsi percepiti indebitamente tra il 2010 e il 2011: la sospensione fa riferimento al periodo compreso tra il 24 aprile scorso, il giorno dell’esecuzione delle ordinanze di custodia cautelare, e il momento in cui le misure stesse sono state revocate.

Gli atti sono stati inviati al prefetto dal Consiglio dei Ministri, a cui lo stesso prefetto ha comunicato il 24 aprile gli esiti e i particolari della vicenda. La sospensione agisce sugli stipendi dei consiglieri coinvolti, e più in generale sugli aspetti economici e previdenziali, e su tutti gli eventuali atti firmati in quanto amministratori.

Il 18 giugno, il tribunale del Riesame dovrà discutere l’impugnazione, da parte della Procura, della revoca delle misure disposta dal gip: in caso di accoglimento la sospensione agirebbe in modo continuativo.