Tre arresti dei Carabinieri in provincia di Matera

La conferenza stampa sugli arresti

MATERA – La criminalità non va in vacanza, tantomeno nelle feste di Natale, quando le occasioni per furti e spacci vari si fanno addirittura più propizie. Tale quadro emerge anche in provincia di Matera, dove i Carabinieri, negli ultimi giorni a cavallo di Capodanno, hanno effettuato tre arresti, due a Pisticci e uno a Gorgoglione, rispettivamente per tentato furto con rapina e spaccio di sostanza stupefacente. A Pisticci, i militari della locale stazione hanno arrestato un uomo di 70 anni, D.V., e una donna di 40, G.G., introdottisi in una casa del centro storico, la notte di San Silvestro, per rubare oggetti preziosi. Scoperti dai vicini che hanno poi avvisato la figlia del padrone di casa, i due sono stati sorpresi all’interno dell’appartamento dalla stessa, che è stata poi percossa dalla ladra. I vicini, però, sono intervenuti e, dopo aver allertato il 112, hanno costretto i ladri, entrambi con precedenti, ad una fuga precipitosa. Questi ultimi sono stati intercettati e arrestati a qualche centinaio di metri dalla stazione dei Carabinieri, dove si stavano recando addirittura per denunciare l’aggressione subita, credendo di potersi creare un alibi. A Gorgoglione, invece, dopo aver assunto informazioni precise ed aver effettuato pedinamenti per qualche giorno, il primo dell’anno i militari hanno bloccato e poi arrestato un uomo di 39 anni, Antonio Laudino, muratore di origini del paese materano ma stabilizzatosi a Montecatini e con piccoli precedenti specifici che, giunto in paese per le feste di Natale, aveva avviato un’attività di spaccio di hashish. E’ stato trovato, infatti, in possesso di 19 grammi di sostanza stupefacente. Il 31 dicembre scorso, inoltre, a Marconia, i Carabinieri della Stazione di Pisticci hanno denunciato undici genitori per violazione degli obblighi di frequenza scolastica. I figli, infatti, non frequentavano più da tempo la scuola media del paese.