21enne palermitano arrestato a Scanzano

Prestava servizio come animatore in un villaggio turistico della zona, il 21enne, palermitano, rintracciato e fermato dai carabinieri, questa mattina, nel Comune di Scanzano Jonico. Per lui l’accusa è di associazione per delinquere di stampo mafioso, finalizzata alle estorsioni, alle rapine, alla ricettazione e al traffico di stupefacenti. Il provvedimento è scattato a seguito del “fermo” emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, nei confronti di quindici appartenenti a Cosa Nostra, tutti accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso. Il giovane è stato quindi tradotto presso la casa circondariale di Matera.