“Tandoi” avvia le procedure per 9 esuberi

Il pastificio "Tandoi" di Matera

Il pastificio "Tandoi" di Matera

MATERA – Altre notizie poco confortanti dal mondo del lavoro materano: il pastificio “Fratelli Tandoi” di Matera, infatti, ha avviato le procedure di mobilità per 9 dei 40 dipendenti, ma il provvedimento è stato respinto dai segretari provinciali di Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil, Vincenzo Cavallo, Franco Mongelli e Leonardo Barbalinardo. Il provvedimento è stato contestato dai sindacati perché unilaterale e perché i segretari sostengono che non sussitano le condizioni di esubero del personale, considerati i quantitativi di pasta che si continuano a produrre nello stabilimento della zona industriale di La Martella. I sindacati, pertanto, hanno invitato l’azienda a rivedere l’organizzazione del lavoro, al fine di ottimizzare i costi senza dover utilizzare procedure di taglio del personale con il conseguente ricorso a forme di ammortizzatori sociali. Cgil, Cisl e Uil incontreranno l’azienda il 25 settembre presso la sede di Matera di Confindustria.

Share Button