Migranti in Basilicata. Esito del tavolo in Prefettura di Potenza

Fino a quando non si conoscerà il merito della circolare emanata dal Ministero dell’Interno non sarà imposto ad alcun cittadino migrante ospitato di abbandonare il CAS.

Questo l’esito del tavolo tenutosi presso la Prefettura di Potenza, chiesto ed ottenuto da associazioni e cooperative operanti sul territorio in progetti di accoglienza dei cittadini stranieri, fortemente contrari alla decisione del governo nazionale di cessare i servizi dei Centri di Assistenza Straordinaria. Ad incontrare il Prefetto, Giovanna Cagliostro, sono stati i rapprensentanti di Studi Giuridici sull’Immigrazione, Campagna Lasciatercientrare, Melting pot Europa, Opti Pobà e Libera Basilicata.

Da quanto si è appreso, bisognerà attendere una decina di giorni per verificare i dati forniti dalle strutture sul territorio: ovvero 48 cittadini a rischio su 111 ospitati, inseriti in attività di integrazione e formazione.

Share Button