Matera. Presentato al Comune il nuovo progetto per l’accesso al rione Lanera

I lavori per la messa in sicurezza e la razionalizzazione del traffico al rione Lanera, in prossimità di un incrocio importante dei flussi che da Matera Sud raggiungono il centro storico, riprenderanno a breve grazie a una intesa che l’amministrazione comunale ha raggiunto con i cittadini del quartiere, del presidio e del circolo di Legambiente che avevano sollecitato una revisione del progetto.

Lo hanno annunciato stamani, nel corso di una conferenza stampa, gli assessori all’ambiente, Giuseppe Tragni, alla mobilità urbana, Angelo Montemurro, e ai lavori pubblici, Nicola Trombetta. Il nuovo intervento, dotato di risorse per un milione di euro e tempi di esecuzione della durata di 330 giorni, prevede un ridimensionamento della rotatoria, con un disegno meno invasivo delle aiuole spartitraffico e l’abbattimento di un “numero limitato di alberi”.

Le parti hanno concordato, inoltre, che per ogni albero abbattuto ne saranno piantumati altri cinque in via prioritaria nel quartiere. E’ stata, inoltre, concordata, la salvaguardia delle alberature del filare centrale di via Lanera e delle file laterali della strada di collegamento tra la rotatoria e via Castello. L’importanza dell’intervento è legata ai flussi turistici e alla presenza del Campus universitario, al quale sarà assicurata per l’accesso una viabilità di collegamento a doppio seno di marcia tra via Castello e via Lanera.

L’amministrazione procederà, inoltre, con altro intervento progettuale, alla sistemazione degli incroci con via Lucana, prossimo al centro storico.

Share Button