A Matera si discute del piano delle opere pubbliche

Il sindaco di Matera torna ad incontrare la stampa per aggiornare sui lavori pubblici in corso nella città capitale europea della cultura 2019.

Sono stati deliberati dalla Giunta Comunale – fa sapere – lavori per 4 milioni di euro attinenti a strade e accessi alla città e ad interventi per il decoro urbano. Tra i primi sono compresi il sistema viario di Serra Rifusa, Villa Longo, via Sturzo e relativa stazione Bus e via San Pardo. A seguire gli accessi: quelli di via Gravina, Via Dante, Aia del Cavallo, Matera Sud, Monumento dei Caduti del XXI settembre, circonvallazione e a La martella con via Vesuvio. 

Sul decoro previsti interventi a Piazza s Agnese, piazza delle costellazioni e sul percorso dell’Ofra Le piane, in via Leopardi e Piazza san Pio X, nel rione spine bianche; in via dei Sanniti e via dei Peucezi a Serra Rifusa. Finanze, quelle dei 4 milioni di euro, derivanti dai 19 milioni di euro della legge di bilancio di stato 205 del 2017.

Tutte opere che dovranno essere completate – si è detto – auspicabilmente per la fine dell’anno anche lavorando di notte; stessa tempistica, ossia fine dell’anno, per la realizzazione di tre parcheggi: il primo nel rione La Martella per 300 mila euro, 1000 posti auto e 40 posti autobus di Rete ferroviaria italiana, il secondo in via Annibale Maria di Francia per 1 milione di euro e 700 posti auto, il terzo nei pressi di Cava del Sole.

Qualche ritardo lo abbiamo accumulato anche per l’avvicendamento del nuovo Governo con il vecchio e le conseguenti verifiche di successione – ha detto il Sindaco; in tal senso il 5 di luglio incontreremo a Matera il Ministro per il Sud Barbara Lezzi ed il Ministro per i beni e le attività cultura Alberto Bonisoli al fine di poter disporre almeno del 10% delle risorse garantite al Comune di Matera dalla legge di bilancio (205 del 2017); ai Ministri chiederemo di prendere per le corna le criticità relative alle incompiute o non ancora partite infrastrutture della Bradanica, della 96 Altamura Bari e della Murgia Pollino.

Infine il primo cittadino ha aggiornato lo stato dell’arte delle opere appaltate in città; nell’anno 2016 fino al 30 06 risultano appaltati cantieri per 23 400 mila euro; a cui si aggiungono quelle appaltate fino a fine anno 2016 per poco più di 12 milioni 120 mila euro poi quelle espletate fino nell’anno 2018 fino al 26 giugno per poco più di 9 milioni 939 mila euro.

In apertura di conferenza stampa, il Sindaco ci ha tenuto ad informare i giornalisti, con orgoglio, del fatto che il Comune è riuscito grazie ad una transazione con i ricorrenti a ridurre il risarcimento danno per la vicenda di via Nino Rota da 3.5 milioni di euro a 600 mila euro.

Share Button