In Consiglio comunale, modifiche allo Statuto 2019, esce dalla maggioranza Matera Capitale

Comincia con un’ora di ritardo la seduta fiume dell’assemblea cittadina. Al primo degli otto punti all’ordine del giorno, ci sono le modifiche allo statuto della Fondazione Matera-Basilicata 2019. Il testo emendato viene approvato dall’assemblea va a modificare  gli articoli 14 e 15: le nomine del presidente e vicepresidente avverranno all’interno del CdA stesso mentre al consiglio di indirizzo spetterà la nomina del presidente onorario.

Respinta invece la proposta di Antonio Materdomini (M5S) che chiedeva che le nomine dei rappresentanti delle forze di maggioranza e opposizione, fossero fatte direttamente dal consiglio non dal sindaco, che comunque, come ha rassicurato de Ruggieri preventivamente recepisce le indicazioni delle forze in assemblea.

Per la cronaca politica c’è da segnalare la lettura di un documento da parte del gruppo “Matera Capitale” col quale i due consiglieri Angelo Cotugno e Michele Paterino dichiarano il passaggio all’opposizione. De Ruggieri ne prende atto “con rammarico” non senza ricordare per quali motivi si è dovuti arrivare ad un allargamento di quella maggioranza che ora i due disconoscono. Ma le questioni da trattare impognono una tabella dei lavori serrata.

Il secondo punto richiede ulteriori approfondimenti per un parere dal dirigente di settore sulla localizzazione dell’ecocentro di Matera Nord. Nel frattempo si passa all’approvazione del terzo punto emendato, riguardante l’adozione del regolamento per la “cessione in proprietà delle aree concesse in diritto di superficie con la rimozione dei vincoli convenzionali relativi al prezzo massimo di cessione e canone massimo di locazione degli alloggi realizzati su aree Peep cedute”.

Angelo Cotugno (Matera Capitale)

Viene poi anticipata anche la discussione del punto 5 cioè la “variazione al Bilancio di Previsione 2017/2019”. “Dopo il decreto fiscale seguito alle intese con Palazzo Chigi tramite Salvo Nastasi” dice il sindaco “c’è la disponibilità di risorse per tre milioni di euro per opere di bonifica ambientale o di riqualificazione del decoro urbano, da utilizzare”, sottolinea de Ruggieri “per avviare la chiusura e bonifica della discarica ‘La Martella’”.

Il primo cittadino presenta dunque la proposta di destinazione delle risorse con un emendamento che viene approvato dall’assemblea così come lo stessa variazione di bilancio.

Si torna a discutere il punto due, dopo il parere favorevole dei dirigenti (con riserva) sulla localizzazione dell’ecocento di Matera Nord all’emendamento di Giovanni Scarola che che individua il centro “lungo la strada provinciale Matera – Gravina lato sinistro, subito dopo la rotonda di collegamento del Paip 2”.

Area “già destinata a discarica secondo la variante vigente” e che esclude il ricorso ad una variante urbanistica (strumento procedurale criticato nei giorni scorsi sia da Confapi che dall’ordine degli ingegneri).

Il quarto punto, riguarda una delibera sulla realizzazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica dell’ATER in sei aree da realizzare con altrettante varianti urbanistiche (Concessione della deroga ai sensi dell’art.14 del DPR 380/01 e ss.mm.ii. in esecuzione della DCC n.34 del 19.05.2017). Dopo ampia discussione, l’assemblea decide di ritirare la deliberazione per rimandare la pratica in commissione e riproporla all’assemblea come primo punto all’OdG di una prossima seduta di consiglio, ovvero dopo le feste (dal 7 gennaio 2018).

Approvato invece il nuovo regolamento Cosap, oggetto del sesto punto dell’ordine dei lavori dell’assemblea, con la rimodulazione di alcune tariffe in eccesso.

Al settimo punto viene approvato il regolamento comunale degli Impianti Pubblicitari e delle Pubbliche Affissioni nonché il Piano Generale degli Impianti Pubblicitari e delle Pubbliche Affissioni (D.Lgs. n.507/93), pratica che il Consiglio approva per l’immediata esecutività a partire dal primo gennaio 2018.

La pratica relativa all’ottavo punto, riguardante i criteri di indirizzo per l’affidamento della gestione dei parcheggi a pagamento viene ritirata “d’ufficio” perchè sono sopraggiunte novità sui principi dei parcheggi al coperto.

A proporre un brindisi di fine anno è l’assessore al Bilancio Quintano che in coincidenza dei suoi sessant’anni (venerdì 29 febbraio) festeggia il matrimonio della figlia.

Share Button