Tutto esaurito per la “prima” del Presepe Vivente nei Sassi di Matera

La Grotta realizzata nel suggestivo Ipogeo di Sant’Agostino

Centinaia di persone hanno assistito a Matera alla “prima” dell’ottava edizione del Presepe vivente nei rioni Sassi, allestito lungo un percorso di circa un chilometro nel Sasso Barisano.

In concomitanza con il Ponte dell’Immacolata, la città Capitale europea della cultura per il 2019 ha fatto registrare il tutto esaurito anche nei ristoranti e nella strutture ricettive.

Per la “prima” del Presepe vivente, il ruolo della Madonna è stato affidato alla giovane attrice di Melfi (Potenza) Marika Sedile, quello di San Giuseppe a Erminio Truncellito, di Valsinni (Matera): la grotta della Natività è stata realizzata nel suggestivo scenario dell’Ipogeo di Sant’Agostino.

E gli organizzatori hanno scelto di utilizzare altre particolari “location” dei Sassi, come le antiche cantine di via San Biagio. In serata, a Palazzo Lanfranchi, è prevista anche una riproduzione della “Adorazione dei Pastori” di Mattia Preti eseguita dagli attori della compagnia dei “Quadri Plastici” di Avigliano (Potenza).

Share Button