Giornata mondiale dei poveri: tante le iniziative nella diocesi di Matera-Irsina

Mensa solidale Pomarico(MT)

“Non fare nulla di male non basta, perché l’omissione è una ‘colpa’ altrettanto grave dell’agire male” E così che Papa Francesco ha voluto consacrare la Prima Giornata Mondiale dei poveri, mettendo in guardia quanti presumono di essere ‘buoni e giusti’ per il fatto di non aver agito in modo scorretto. Tante sono state le iniziative in tutta la diocesi di Matera-Irsina si è mobilitata in diversi modi: raccolta di viveri nelle parrocchie, mense solidali come a Pomarico, a cui hanno partecipato anche le istituzioni, o celebrazioni eucaristiche all’aperto, come a Miglionico, dove un gruppo di scout ha voluto riunirsi attorno la chiesetta della Porticella, nell’agro del paese. E a Ferrandina, la santa messa all’interno della chiesa di Santa Maria della Croce per l’ingresso di Don Pierdomenico Di Candia, a cura di Mons. Giuseppe Antonio Caiazzo,è stata l’occasione per ricordare che giornate come quella mondiale dedicata ai poveri deve diventare un modus operandi di tutti gli uomini e che per la diocesi di Matera- Irsina lo è già,attraverso la mensa di Don Giovanni Mele, cui a breve inizierà il suo ampliamento e la struttura di accoglienza con diversi mini appartamenti, funzionante da qualche anno, in Via Cappuccini presso la sede della Caritas diocesana.

Share Button