Piano Periferie. Sette miliardi per la riqualificazione del quartiere Libertà di Bari

Il quartiere Libertà di Bari si prepara a cambiare completamente volto, grazie al Masterplan che il sindaco Antonio Decaro ha illustrato ai parroci delle chiese del quartiere.

Una serie di incontri che l’amministrazione comunale ha in programma per i prossimi mesi, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i cittadini nel programma di rigenerazione del quartiere.

Il Masterplan prevede 7 milioni di euro di investimento del Piano Periferie, con la creazione di tre nuove piazze, la riqualificazione in forma di boulevard di Corso Mazzini, lavori su Via Ettore Fieramosca e Via Dante con interventi di greening e di mobilità sostenibile, la realizzazione di un grande parco con 115 alberi presso l’area dell’ex Gasometro dove sono terminate le bonifiche e un playground per gli skateboard sotto il Ponte Adriatico.

L’intero contesto sarà interessato da una generale riqualificazione dei marciapiedi e della pubblica illuminazione, aumentando la percezione complessiva di sicurezza. I mercati, grazie ai fondi del PAC METRO, saranno oggetto di restyiling. 

Il Mercato della Manifattura rappresenta il punto centrale dell’intera strategia: una riconversione di un complesso di archeologia industriale in forma pubblico-privata per un totale di 40 milioni di investimenti, che comporterà la creazione del Campus del CNR entro cui saranno localizzati un job centre, una foresteria, un incubatore di impresa, uno spazio aperto per gli eventi, un giardino attrezzato per le famiglie e un’area dedicata al food, alla vendita e alla degustazione, anche serale.

Nella manifattura sarà ubicata anche una stazione dell’arma dei carabinieri. Importanti anche gli interventi di welfare e animazione sociale; azioni concrete, di sostegno alle fragilità sociali del quartiere Libertà.

Share Button