Contrasto alla prostituzione. Ordinanza del sindaco di Potenza

Prevenire e contrastare gravi pericoli cagionati da comportamenti connessi all’esercizio della prostituzione sulla pubblica via. Questo l’oggetto dell’ordinanza contingibile e urgente emessa dal sindaco De Luca, con l’obiettivo di porre un freno alla prostituzione dilagante in più punti della città di Potenza. Con attuazione immediata e fino al prossimo 31 ottobre, nell’area industriale, rione Bucaletto, Parco Montereale e Villa Comunale di Santa Maria, sarà vietato “per chiunque di arrestarsi e fermarsi, a piedi o con veicoli, anche temporaneamente”, al fine di “contattare soggetti che sostano prolungatamente” per strada allo scopo di contrattazione prestazioni sessuali. Il provvedimento riguarderà anche i soggetti che adottano comportamenti inequivocabili con intenzione di adescare o esercitare l’attività di meretricio.

L’atto, trasmesso alle forze di polizia e organi competenti, prevederà l’applicazione delle sanzioni penali e amministrative secondo le vigenti disposizioni legislative e regolamentari, in aggiunta, sanzioni comunali da 25 a 500 euro.

“La necessità e l’urgenza di intervenire – ha dichiarato De Luca – per impedire che il fenomeno possa ulteriormente intensificarsi ed estendersi determinando gli effetti pregiudizievoli per la sicurezza della collettività e per il decoro urbano”.

Share Button