A Bari un 25 aprile di legalità: per il sindaco Decaro una passeggiata nella città vecchia

Cerimonia al sacrario dei Caduti d’Oltremare e di fronte al Comune, poi il messaggio di fronte a un immobile confiscato alla mafia

Un messaggio di fiducia, affinché il sacrificio della Resistenza si perpetui nella lotta all’illegalità. Ha un sapore particolare la passeggiata che il sindaco di Bari Antonio Decaro ha voluto compiere per le strade della città vecchia, al suono della banda che intonava Bella Ciao. Dalla sfilata per le vie di un quartiere simbolo di tante cose nel passato e nel presente, al capolinea, fissato di fronte a un immobile confiscato alla mafia in via San Pietro. Perché il 25 aprile non sia solo corone di fiori e di alloro posate di fronte alle solite lapidi.

Certo, le cerimonie al sacrario e di fronte al Comune servono perché la forma resta fondamentale. Ma il rischio delle divisioni, soprattutto in tempi come questi, è sempre più concreto. E per questo serve attualizzare un messaggio che sembra lontano nel tempo, ma non lo è.

Share Button