Potenza. Celebrazioni 25 aprile sul valore della libertà

Al bando la retorica, piuttosto recupero dei valori di libertà in tempi di rischio nazionalismo e venti di guerra. E’ questo il messaggio ricorrente di questo 25 aprile, nel 72esimo anniversario della liberazione dell’Italia dal nazi-fascismo. A Potenza, celebrazioni presso il monumento ai caduti di Parco Montereale con deposizione di una corona di alloro. Schierato il picchetto armato interforze e la banda dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato con intervento delle massime autorità, quali Prefetto, Presidente della Provincia e Sindaco, gonfaloni e rappresentanze del coordinamento delle associazioni combattentistiche e d’arma.

“La lotta di liberazione ha comportato grandi sacrifici anche in termini di vite umane” – ha ricordato il sindaco di Potenza, De Luca. Messaggio attualizzato “da tutto ciò – ha proseguito – che ostacola il pieno compimento degli ideali di chi la liberà l’ha conquistata”, dalla corruzione al degrado dell’apparato pubblico. Dopo l’inno nazionale, inoltre, gli studenti della 5 A dell’Istituto Comprensivo Busciolano ha letto alcuni testi sulla liberazione e portato dei fiori.

La delegazione regionale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha distribuito volantini con l’appello nazionale condiviso insieme ai sindacati per costruire una comunità in marcia verso la piena attuazione della costituzione. Diverse le iniziative promosse sul territorio, da Melfi ad Avigliano e Rionero in Vulture, dove è ancora vivo il ricordo del 24 settembre 1943 e venne compiuta una rappresaglia nazista nei confronti della società civile.

Share Button