Gravina in Puglia. Botti vietati, i trasgressori rischiano multe fino a 500 euro

Per tutelare la quiete pubblica, oltre che per garantire l’incolumità di persone e animali, il sindaco di Gravina in Puglia, Alessio Valente, ha vietato la vendita e l’uso di prodotti pirotecnici. L’ordinanza, che è valida fino al 7 gennaio prossimo, prevede multe fino a 500 euro per chi trasgredisce.

Alesio Valente sindaco di Gravina in Puglia (BA)

Alesio Valente sindaco di Gravina in Puglia (BA)

I divieti riguardano l’uso e la vendita di fuochi “che abbiano effetto scoppiante, crepitante o fischiante, tipo rauto o petardo ed esclusi i prodotti del tipo fontane, bengala, bottigliette a strappo lancia coriandoli, fontane per torte, petardini da ballo, bacchette scintillanti e simili, trottole, girandole e pallone luminoso”. Ulteriori restrizioni sono fissate per i minorenni anche con riguardo all’utilizzo dei fuochi esclusi dai divieti elencati, mentre sono ovviamente esclusi dall’elenco dei divieti gli spettacoli professionali debitamente autorizzati”. Rispetto al passato, il sindaco ha introdotto anche il divieto “per tutti coloro che hanno disponibilità di aree private, finestre balconi, lastrici solari et similia, di consentirne a chiunque l’uso per la effettuazione degli spari vietati dalla presente ordinanza”.

Share Button