San Costantino Albanese (PZ) celebra la Madonna della Stella

Anche quest’anno il rito popolare e antico dell’esplosione dei Nusazit, i pupazzi di cartapesta, a San Costantino Albanese, si è consumato. Piazza e vicoli pieni di curiosi, turisti e, soprattutto, di cittadini di San Costantino, in particolare modo quelli che abitano altrove e che tornano proprio in occasione di questa celebrazione.

Uno dei paesi arbëreshe più importanti del sud Italia ha celebrato così, anche quest’anno, la festa della Madonna della Stella, patrona di questa comunità, come di consueto nella seconda domenica di maggio. Ed è stata una celebrazione particolare, perché quest’anno il tutto è avvenuto alla presenza del Vescovo dell’Eparchia di Lungro S.E. Donato Oliverio.

Il cuore delle celebrazioni è rappresentato proprio dall’accensione di caratteristici pupazzi denominati “Nusazit” che sono messi su un palco nella Piazza principale del paese, posta di fronte alla Chiesa Madre e accesi al momento in cui la Madonna è portata fuori dalla chiesa, alla fine della messa e prima dell’inizio della processione diretta al Santuario.

La tradizione dei Nusazit non ha altri esempi in Italia ed è per questo che attira numerosi turisti, affascinati anche dalle tradizioni e dalla cultura arbëreshe, che si sono conservate inalterate per cinque secoli.

Share Button