Il Comune di Potenza scivola verso un inevitabile dissesto

Potenza, Consiglio Comunale, Comune diPOTENZA – La cifra del disavanzo del Comune di Potenza è di 65 milioni di euro in tre anni. Questo emerge dallo studio contabile del Collegio dei revisori dei Conti, presieduto da Enrico Larocca. Non ci sarebbe dunque scampo per la città capoluogo, che non avrebbe altra possibilità che avviarsi verso il dissesto.

Perchè non ci sarebbero ancore di salvezza, non potendo intervenire da un lato sulla tassazione che diventerebbe insopportabile – stando alla relazione dei revisori – e dall’altro, non possono essere inserite come voci attive del bilancio neanche le entrate patrimoniali.

Lo studio contabile dei revisori confema dunque, quello che era già noto, ed era d’ altronde difficile immaginare qualcosa di differente. Oggi, il sindaco di Potenza, Dario De Luca, insieme al Presidente del Consiglio comunale, Luigi Petrone, incontrerà il Prefetto,Rosaria Cicala per tracciare il quadro della situazione. Riordinati i conti, il tema è anche un altro: cercare di salvare la legislatura, dichiarando il dissesto prima del Commissario prefettizio, Vincenzo Greco. Tutto sarà noto nei prossimi giorni, o addirittura ore. Il commissario dovrà infatti relazionare al Prefetto entro il 2 novembre. Il count down è scattato.

Share Button