Prefettura di Matera. Le decisioni del comitato per la sicurezza per la Festa Patronale

prefetturaMATERA – Il Prefetto dott. Luigi Pizzi, nella mattinata del 26 giugno scorso, alla presenza dei vertici Provinciali delle Forze di Polizia, del rappresentante dell’Amministrazione Provinciale, del Vice Sindaco Comune di Matera, del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, del Dirigente del Servizio Veterinario dell’A.S.M., del rappresentante della Curia Arcivescovile, del Vice Presidente dell’Ente Parco, del Presidente del Comitato Organizzatore dei festeggiamenti della Festa Patronale Maria SS. della Bruna e del Presidente dell’Associazione Cavalieri, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per una verifica conclusiva delle misure da adottare in occasione dei festeggiamenti patronali in onore di Maria SS. della Bruna, affinché anche la corrente edizione della Festa possa svolgersi in condizioni di sicurezza e nel rispetto della tradizione.

Nel corso dell’incontro si è concordato che durante il passaggio della tradizionale “Processione dei Pastori” saranno esplosi i mini colpetti ibridi.

E’ stato, altresì, confermato il posizionamento di tre maxi schermo in Piazza V. Veneto – di maggiori dimensioni – in Piazza San Francesco d’Assisi e presso la Villa Comunale.

Nelle aree del centro cittadino di maggiore affluenza, sarà dislocato un congruo numero di bagni chimici. Analogamente, sarà allestita, all’interno dello Stadio Comunale XXI Settembre-F. Salerno, un’area attrezzata per i venditori ambulanti, con strutture amovibili, per offrire ospitalità ai venditori ambulanti ed evitare “bivacchi” nel centro cittadino.

Il numero dei cavalieri che parteciperanno alla sfilata mattutina e serale sarà di sessanta, quaranta dei quali defluiranno da Via Ridola e altri venti assisteranno ai tre giri del Carro in Piazza San Francesco. Solo dieci cavalieri potranno seguire il carro durante i tre giri nello spiazzo antistante la Banca Popolare del Mezzogiorno e fino a Piazza V. Veneto, ove avverrà l’assalto per la distruzione.

Per il benessere degli animali si è convenuto, anche per la corrente edizione della Festa, che i cavalli debbano essere in possesso di certificato sanitario, di certificato di provenienza e di test di Coggins. Alla sfilata non potranno essere ammesse cavalle gravide. Gli animali dovranno essere condotti da persone esperte e dovranno essere dotati di calzari antiscivolo o ferri gommati.

Per l’abbeveraggio dovranno essere utilizzati contenitori singoli. Infine, durante la sfilata, dovrà essere garantita la presenza di un veterinario libero professionista, che assicuri l’assistenza sanitaria continua nonché la presenza, per ciascun equide, di una persona maggiorenne, di provata esperienza, regolarmente assicurata, che provvederà al benessere dell’animale.

I Cavalieri partecipanti ala cavalcata del 1° e del 2 luglio, dovranno osservare le precauzioni previste dal vigente Codice della Strada per la conduzioni degli equidi sulle strade urbane.

Inoltre, a salvaguardia della pubblica e privata incolumità, a cura del Sindaco del Comune di Matera è stata adottata ordinanza ai sensi dell’art. 54 del T.U.E.L., vietando a chiunque di compiere gesti o di tenere comportamenti che possano irritare gli equidi lungo il percorso della cavalcata.

Per prevenire la consumazione di reati in genere e contro il patrimonio, durante il periodo dei festeggiamenti è stata prevista una intensificazione di tutti i servizi di vigilanza nel centro storico e nell’area mercatale di Piccianello.
Analogamente, è stato previsto il rafforzamento di tutti i servizi volti a contrastare il commercio ambulante abusivo, delle merci con marchi contraffatti e di ogni forma di illegalità.

Inoltre, atteso che in occasione della festa patronale la città di Matera sarà interessata da una notevole, prevedibile affluenza di persone, nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica si è convenuto di disporre, nel centro storico cittadino, servizi con pattuglie appiedate composte da personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Provinciale e della Polizia Municipale.

Detti servizi sono in corso dal 28 giugno scorso e proseguiranno per tutto il periodo della festa, come disposto con ordinanza del Questore di Matera.

Share Button