Nella sede del comitato della Bruna a Matera “a scuola di dialetto materano” col maestro Ricciardi


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.trmtv.it/home/home/wp-content/plugins/new-royalslider/classes/rsgenerator/NewRoyalSliderGenerator.php on line 339

06MATERA – Matera si prepara all’edizione 2014 della festa della Bruna e, come ogni anno accade, inganna l’attesa concedendosi momenti in cui emerge forte l’identità popolare della città, componente parallela e insostituibile di un momento religioso già di suo unico e fortemente connotante.

Tra questi è diventato tradizione l’appuntamento col dialetto materano, proposto da chi, praticamente da mezzo secolo, ne ha fatto una ragione di vita tenendolo vivo attraverso la divulgazione tra i più piccoli.

Stiamo parlando di Emanuele Ricciardi, o meglio ancora del maestro Ricciardi, così lo chiamano tutti in città, che alla veneranda età di oltre 90 anni, continua a insegnare il vernacolo materano in modo semplice e coinvolgente ai piccoli alunni delle scuole elementari, nel tentativo di preservarlo dall’oblio e, soprattutto, da contaminazioni che rischiano di snaturarlo.

E così, dopo i periodici incontri nelle scuole materane, il maestro Ricciardi è solito proporre un saggio in occasione degli eventi collaterali della festa della Bruna, proprio nella sede del Comitato. E ieri mattina, sotto i portici di Palazzo dell’Annunziata, in piazza Vittorio Veneto, sono stati protagonisti gli alunni della classe 3° A della scuola Marconi che, in una mezz’oretta di spettacolo, hanno recitato componimenti poetici, si sono cimentati in scioglilingua e intonato canti, tutti in rigoroso dialetto materano, davanti a insegnanti e genitori divertiti e a un Ricciardi orgoglioso del risultato che, al termine della breve esibizione, ha concluso col suo cavallo di battaglia invitando tutti a recitarlo in coro: “m’à parlé matarràs!”.

Share Button