Gestione dei parcheggi a Matera, Pedicini: serve un cambio di rotta

MATERA – Gestione dei parcheggi a Matera. Serve un cambio di rotta. A sostenerlo, in un comunicato, è il Consigliere Comunale del PdL, Adriano Pedicini. Dopo mesi di assenza dei lavori della commissione e le tante proroghe alla società che gestisce le aree di sosta, il Piano della Mobilità Urbana, fa osservare l’esponente del Popolo della Libertà, rimane ancora da attuare. Lo strumento delle proroghe, rincara, come in ogni settore, rischia di gettere le basi per la congiunzione tra la politica e gli affari. Il bando delle sulle aree blu avrebbe dovuto portare alle casse del comune alcuni intrioti e invece, accusa Pedicini, ha aggiunto contenzioni che pendono presso il Tribunale. A voltare pagina, la vecchia amministrazione ci aveva provato, ricorda Pedicini. Allo scadere del contratto con Sisas, l’affidamento fu sospeso, perchè la ditta si era dimostrata fortemente morosa con l’amministrazione. Ma ora tutto è tornato nella normalità delle gestioni di antica memoria. Si concedono le proroghe e si cambiano i parametri contrattuali. Si aggiungono altre aree e parcheggi comperti, col risultato di trasformare la proroga in un vero e proprio contratto di affidamento a trattativa privata. Per il Consigliere Pedicini questa è la situazione dei parcheggi. Ma l’esponente politico formula anche una proposta: l’autogestione dei parcheggi a raso e coperti, con metodo del grattino, come avviene, sottolinea, in tante città italiane. Questo sistema di gestione comporterebbe diversi benefici per la città e per i cittadini: entrate economiche per le attività, nessuna macchinetta nel centro storico e naturalmente la facilità di reperire il grattino. Insomma, secondo il Consigliere Pedicini, il bando deve essere orientato in una sola importante direzione: puntare ad una società comunale in grado di sfruttare le potenzialità di crescita dell’intera comunità.

Share Button