Riti Settimana Santa Taranto: “Tutto è compiuto”

I tre tocchi del troccolante sul portone della chiesa del Carmine segnano la chiusura dei Riti della Settimana santa di Taranto. E l’ingresso nel Sabato santo, giorno di silenzio, attesa, preghiera, riflessione. La città sembra fermarsi aspettando la veglia di Pasqua e la resurrezione di Gesù. Tutto è compiuto. Sono rientrati i simulacri della processione dei Misteri, aperta nel pomeriggio del venerdì santo.

I perdoni, fianco a fianco, nazzecando, scalzi e incappucciati, hanno pregato e camminato per tutta la notte, sotto ai simboli della passione di Gesu’, cercato fin dal giorno prima, giovedì santo, dalla madre, con la processione-pellegrinaggio dei confratelli dell’Addolorata. Madre il cui dolore trova l’immedesimazione profonda delle mamme di Taranto che a lei affidano le pene personali e sociali, nella speranza della resurrezione, della vittoria sulla morte.