Ferrovie. M5S: “dal 2024 i primi passeggeri sulla Matera-Ferrandina”

La deputata lucana Mirella Liuzzi, insieme al candidato presidente alle prossime regionali per il M5S Antonio Mattia al ritorno da un incontro con il ministro Toninelli, conferma “l’impegno ‘prioritario’ del Governo Conte” sulla tratta ferroviaria con “l’integrazione di 50 milioni di euro ai 265 milioni già finanziati”

In una lunga nota diramata dalla segreteria della portavoce in parlamento per il M5S, Mirella Liuzzi insieme al candidato pentastellato alle prossime regionali lucane di marzo, Antonio Mattia, sottolineano che “mentre il dibattito sull’inutile opera ferroviaria TAV riempie i media nazionali” la “Ferrandina-Matera” è stata dichiarata prioritaria dal governo Conte e che “i primi effetti già si vedono”.

Il candidato alle regionali lucane del M5S (Antonio Mattia) a colloquio con il ministro Danilo Toninelli

Questi ulteriori 50milioni di euro finanziati, sottolinea Liuzzi ricadono “sui Fondi PON ‘Infrastrutture e Reti’ 2014-2020, per l’adeguamento sismico delle opere civili esistenti (specifiche tecniche di interoperabilità, sicurezza in galleria ecc..), ma non attivate”.

Priorità che, tengono a ribadire i 5Stelle lucani, è anche contenuta nel programma elettorale del locale movimento.

“Nel crono-programma di Rete ferroviaria italiana per la realizzazione della tratta Ferrandina/Matera” evidenzia Liuzzi “si legge che è già stata avviata la progettazione delle opere di completamento di questa nuova tratta a semplice binario elettrificato, compresa la bretella di collegamento alla linea Metaponto/Potenza/Napoli, nonché l’adeguamento alla normativa vigente delle opere civili già realizzate. Nonché gli interventi propedeutici alla progettazione nella galleria di Miglionico, già visibili e tangibili da ottobre 2018”.

Per il completamento delle varie progettazioni occorrerà attendere marzo e luglio 2019 mentre “la validazione e predisposizione documentazione per appalti entro settembre 2019; attività negoziali per gli appalti integrati da ottobre 2019 a marzo 2020; progettazione esecutiva ed esecuzione lavori da marzo 2020 a dicembre 2023”.

Secondo le previsioni dei pentastellati dunque i primi passeggeri in carrozza li vedremo  nel gennaio 2024, resta inteso come tengono a ricordare Liuzzi e Mattia che il loro impegno non si ferma al nodo di Ferrandina perchè “l’obiettivo del Movimento è di permettere ai passeggeri di essere efficacemente collegati da Ferrandina anche al resto del Paese attraverso l’indispensabile velocizzazione della dorsale principale Battipaglia, Potenza, Metaponto”.

Salvatore Margiotta – senatore PD (al centro)

“Confermano quanto da me sostenuto” dichiara il senatore lucano Salvatore Margiotta che è Capogruppo PD in Commissione Lavori pubblici: “la Roma/Matera é una boutade, la Ferrandina/Matera una priorità” prosegue “Finanziata, per volontà di Renzi e del PD, dai Governi della precedente legislatura. Fa piacere che i Cinque stelle non vogliano bloccarla, ma proseguire nel lavoro fatto da noi”.

 

Share Button