Regione Puglia, la Polizia ambientale a disposizione delle Procure generali

Il protocollo firmato in Regione dal presidente Emiliano e dai procuratori di Bari e Lecce

Gli agenti dell’ex Polizia Provinciale, diventati guardie ambientali della Regione Puglia, potranno essere messi a disposizione delle Procure generali pugliesi.

Abusi edilizi, reati ambientali e tutela del patrimonio boschivo. Gli agenti del servizio vigilanza ambientale della Regione saranno a disposizione delle Procure generali della Repubblica della Puglia per affiancare la polizia giudiziaria nelle inchieste di loro competenza. Il Protocollo è stato firmato in Presidenza della Regione dal Presidente Michele Emiliano e dai Procuratori Generali della Repubblica presso le Corti D’Appello di Bari e Lecce, Anna Maria Tosto e Antonio Maruccia.

Share Button