25 aprile: da Matera appello all’unità e a difesa diritti

E’ stata incentrata sui temi dell’unità e della difesa dei diritti di libertà e democrazia la cerimonia della Festa della Liberazione a Matera, capitale europea della cultura per il 2019. Il sindaco, Raffaello De Ruggieri, riferendosi al periodo difficile del dopoguerra e quando l’Italia doveva ancora essere liberata dalle truppe di occupazione, ha ricordato “la svolta di Salerno” con la nascita del governo di unità nazionale: “Quando – ha detto De Ruggieri – ci sono obiettivi strategici da raggiungere l’unità di intenti consente di raggiungerli. E anche a Matera, per il 2019, è stato fatto un importante passo avanti sulla strada della collaborazione e della condivisione”. La cerimonia si è svoltasi in piazza Vittorio Veneto alla presenza di autorità, forze dell’ordine e associazioni combattentistiche e d’arma. Una corona di alloro è stata deposta davanti al Monumento ai caduti, preceduta dalla deposizione di un’altra corona, davanti al cippo che, in via Lucana, ricorda le vittime della violenza nazista. Il vescovo di Matera, monsignor Giuseppe Caiazzo, ha celebrato una Messa ricordando i valori fondanti del 25 aprile. In serata e mercoledì la Fondazione Orchestra Lucana delle province di Matera e Potenza eseguirà, con il “cantattore” Luigi Maio la parodia mozartiana “Un piccolo flauto magico”.

Share Button