Al via la tre giorni del “Unesco Italian Youth Forum” a Matera

Tre intensi giorni di lavoro, quasi 300 giovani, e l’energia culturale del Patrimonio Unesco di Matera. E’ l’Unesco Italian Youth Forum, iniziato il 23 febbraio presso l’Auditorium Gervasio della città dei Sassi e si protrarrà fino al 25. La scelta di Matera, votata l’anno scorso dai delegati durante l’edizione 2017 a Napoli, è stata quasi naturale, perchè la città Capitale Europea della Cultura 2019, incarna i valori fondamentali dell’Unesco ovvero cultura,istruzione, innovazione e sguardo verso il futuro. A distanza di 24 mesi dalla costituzione del Comitato Giovani, dopo avere realizzato numerose iniziative e progetti in tutta Italia ed avere ottenuto il prestigioso riconoscimento da parte del Direttore Generale dell’UNESCO per essere una delle migliori buone pratiche giovanili a livello mondiale,l’Unesco giovani vive ora di vita propria, cercando di costruire il proprio ruolo tra le giovani menti italiane.Non un semplice momento di confronto quello del forum nazionale Unesco giovani, ma un faccia a faccia con le tematiche più delicate dei tempi moderni, che porteranno alla fine delle tre giornate, la stesura di un documento che verrà donato alla città, chiamata “la Carta di Matera”. La tre giorni del forum si interseca perfettamente con “il patrimonio in gioco”, iniziativa portata avanti dalla Fondazione Matera-Basilicata 2019, volendo quest’ultima che i giovani Unesco diventino gli ambasciatori della città dei Sassi in tutta italia. E non solo. I ragazzi dell’Unesco durante le giornate visiteranno i luoghi che compongono il corollario di Matera 2019, conoscendo anche coloro che si stanno occupando. a vario titolo, di portare a termine il dossier.

Share Button