- trmtv - https://www.trmtv.it/home -

Monsignor Pennacchio fa il suo ingresso nella Diocesi di Fermo

Arriva puntuale il nuovo vescovo metropolita di Fermo mons. Rocco Pennacchio – al suo ingresso,  nella Diocesi – all’appuntamento con le autorita’ e le istituzioni. ‘Vengo da una regione, la Basilicata, abituata a rinascere continuamente e dove normalmente ci rimbocchiamo le
maniche. Sono pronto a farlo anche qui – ha detto ai giornalisti al suo arrivo al Teatro dell’Aquila -. Sono convinto che le virtu’ e i valori di questo popolo siano il supporto necessario
per rinascere, anche dalle macerie del terremoto. Io da parte mia ce la mettero’ tutta e faro’ la mia parte per quello che riguarda la Chiesa’. Rispondendo a una domanda sull’integrazione, ‘non e’ mai stata semplice – ha detto -, neanche quella degli italiani quando sono stati emigranti loro.
Al fondo della cultura del popolo italiano credo ci sia una naturale propensione all’accoglienza, ma bisogna declinarla nella quotidianita’ e alla lunga l’integrazione, la sana contaminazione, credo anche sia la ricetta per la rinascita’. Quanto alla sua missione, ‘il Vangelo – ha dichiarato mons.
Pennacchio – e’ l’unico grande obiettivo che ogni vescovo puo’ prefiggersi: il papa ci sollecita a essere una Chiesa aperta agli altri, piu’ evangelizzatrice e attenta piu’ a chi si sente
escluso o a chi escludiamo con i nostri atteggiamenti. E’ per questo che lavorero’ per creare occasioni di incontro e di dialogo e per favorire sempre di piu’ la comunione, dall’interno’. Un pensiero, poi, ai giovani: ‘Li aspetto, aspetto che mi chiedano, che mi vengano a trovare e io stesso
andro’ a cercarli per parlare con loro e ascoltarli’. A salutare il nuovo vescovo c’erano, tra gli altri, il sindaco Paolo Calcinaro, il neo prefetto Maria Luisa D’Alessandro, il presidente della Provincia Moira Canigola e il vicepresidente della Regione Fabrizio Cesetti.

Share Button