Bari. Sorteggiato il grafologo che cercherà di individuare l’autore dell’insulto alla consigliera Melini

Prima la convocazione per procedere al sorteggio di un perito grafologo iscritto all’albo dei consulenti tecnici del Tribunale di Bari, per chiedere di effettuare una perizia calligrafa dei consiglieri presenti alla votazione dello scorso 14 novembre, poi il passo indietro.

Ancora aperta la questione della consigliera Irma Melini, vittima di un insulto sessista scritto su una scheda elettorale durante una seduta comunale. Chiara e decisa la posizione del Movimento 5 Stelle, il cui portavoce, Sabino Mangano, ha dato lettura di un documento presentato all’Avvocatura, prendendo le distanze dall’autore del gesto. Su iniziativa di alcuni consiglieri comunali, in primis Michele Picaro, Fabio Romito, Francesco Giannuzzi, Michelangelo Cavone, e pochi altri, si è quindi proceduto al sorteggio di uno dei 22 grafologi iscritti all’albo. Sorteggiata Mimma Belviso. Gli altri consiglieri, invece, dopo aver appreso la notizia della querela presentata in Porcura dalla consigliera Melini, preferiscono rimettersi nelle mani della magistratura, nonostante i lunghi tempi burocratici.

Share Button