Piccoli Comuni. Decaro: la norma riconosce un valore, ora risorse contro lo spopolamento

I principali aspetti e le novità previste nella legge sui piccoli Comuni sono stati al centro dell’incontro svoltosi a Volpedo, in provincia di Alessandria presso la Società di Mutuo Soccorso.

Al dibattito, oltre al sindaco padrone di casa Giancarlo Caldone, il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro, il presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni insieme ad Ermete Realacci, primo firmatario della legge recentemente approvata.

Il momento di dibattito è stato utile per approfondire temi inerenti la concreta attuazione della norma che pone le basi per un rilancio di questo patrimonio del Paese: i Comuni al di sotto dei cinquemila abitanti occupano il 55 per cento del territorio nazionale e rappresentano il 70 per cento dei municipi italiani.

“Abbiamo applaudito questa legge che dà ai piccoli Comuni, ai sindaci che li amministrano con un servizio di volontariato civile, il riconoscimento di una specificità, una strategia e prime risorse” commenta il presidente dell’associazione dei Comuni, Decaro “La dimensione demografica è una sfida, non un difetto. Il disvalore è nello spopolamento che però non è inarrestabile. Le iniziative che proponiamo per invertire la tendenza attraverso quella che abbiamo chiamato ‘agenda controesodo’ hanno un costo? Certo, ma è un costo ben più sopportabile di quello innescato dall’abbandono dei piccoli borghi”.

Share Button