Scuola. Presto lo smartphone in classe. Il ministro Fedeli: sono un aiuto

Non si può separare il mondo dei ragazzi da quello della scuola. Per questo, da venerdì prossimo una commissione ministeriale s’insedierà per costruire linee guida dell’uso dello smartphone in classe. Lo annuncia la ministra dell’ Istruzione Fedeli, intervistata da Repubblica. In breve tempo le risposte, che saranno passate agli istituti con una circolare. Secondo il
ministro, il telefonino è una straordinaria opportunità, ma che va governata, “uno strumento che facilita l’apprendimento”.
“Quello che autorizzeremo non sarà un telefono con cui gli studenti si faranno i fatti loro, sarà un nuovo strumento didattico”, precisa.

Share Button