Una commissione per l’esame delle reliquie del Beato Egidio da Laurenzana

L’arcivescovo di Acerenza, monsignor Francesco Sirufo, “incaricherà a breve una commissione canonica e scientifica di esperti in grado di portare avanti l’opera di una prima ricognizione del venerato corpo del Beato Egidio, secondo le norme del diritto canonico”.

Lo ha annunciato a Laurenzana – dove il Beato visse dal 1443 al 1518 e dove è considerato il suo “figlio più illustre” – il comitato operativo per il quinto centenario della morte del Beato Egidio da Laurenzana. Il comitato, composto da 30 persone, promuoverà per il 2018 – a 500 anni dalla morte del Beato – “una serie di iniziative religiose e civili”.

Share Button