A Matera presentata l’associazione “Adamo” a supporto dei padri separati

Sarà calendarizzata a breve in Commissione la proposta di legge regionale in materia di “tutela monogenitoriale e coniugi con situazione di disagio con figli a carico”.

Lo ha annunciato oggi, a Matera, il consigliere regionale della Basilicata, Achille Spada, cofirmatario della proposta con i Giannino Romaniello e Vincenzo Robortella, in occasione della presentazione delle attività dell’associazione “Adamo Padri separati” e del convegno che si terrà il 27 gennaio prossimo nella città dei Sassi sul tema “Padri separati, povertà e figli contesi”.

Spada ha inoltre reso noto che si attiverà per presentare emendamenti alla proposta e affinché vengano sentite in commissione le associazioni, che con un lavoro di rete stanno portando avanti le problematiche sui padri separati.

La legge prevede tre assi principali con interventi di tipo economico, il sostegno abitativo per soluzioni temporanee o locative attraverso la istituzione di un fondo e attività di assistenza e mediazione famigliare. L’associazione “Adamo Padri separati” (che ha attivato una pagina Fb e il sito web www.apsadamo.org) conta 40 iscritti a Matera, opera anche a livello regionale ed è presente anche ad Altamura e Bari. Lo scorso fine settimana ha aperto una casa protetta a Matera,alla presenza dell’arcivescovo Mons. Giuseppe Antonio Caiazzo, che ospita già tre padri separati.

“La nostra associazione – ha detto il presidente, Giovanni Sciannarella – ha attivato un punto di ascolto con prenotazione, una casa protetta e consulenza-assistenza legale e psicologica. Il nostro è un problema in crescita, legato a situazioni particolari di disagio, che investono i coniugi nel ruolo di padre e di madre e i figli”.