Migranti. Il presidente Pittella visita i feriti dell’incidente di Tolve

“Nella criticità di questa vicenda, dobbiamo recuperare una doppia nota positiva: gli infortunati stanno sostanzialmente bene, sono stati immediatamente accolti e anche la prova della maxi emergenza ha funzionato alla perfezione e l’ospedale ha reagito benissimo per l’accoglienza dei feriti”.

Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, che oggi ha visitato i migranti – feriti in un’incidente stradale avvenuto all’alba di ieri a Tolve (Potenza), mentre a bordo di un bus si dirigevano in Liguria – e ricoverati nell’ospedale San Carlo di Potenza. Il governatore lucano ha anche annunciato che i migranti (la cui destinazione era La Spezia) “resteranno in Basilicata e la regione viene riconosciuta come terra ospitale, e ciò accade proprio durante la giornata mondiale del rifugiato”.

“Abbiamo dialogato – ha proseguito Pittella – con quattro donne in attesa di partorire: tra la gioia di aver trovato un porto sicuro, l’accoglienza straordinaria dei medici e di tutto il personale del San Carlo e la dimensione di una regione accogliente, per loro che fuggono da una terra di persecuzioni, ci è stata consegnata la conferma che stiamo facendo bene, che stiamo guardando lontano e questo solco tracciato che distingue la Basilicata per accoglienza e per inclusività deve continuare. Una Basilicata efficiente, quindi, e messa alla prova ha risposto perfettamente”. Nel corso dell’incidente, ieri, sono rimaste ferite una quindicina di persone (su 22 a bordo dell’automezzo, tra cui anche alcuni bambini tra i due e i sei anni): una decina sono ancora ricoverate nei reparti di ginecologia, pediatria, chirurgia generale e traumatologia. In Basilicata, in questo momento, sono ospitati circa 1.800 migranti in 40 comuni: “Ora – ha concluso Pittella – auspico che il Consiglio regionale possa approvare al più presto la legge sull’accoglienza, la tutela e l’integrazione dei cittadini migranti e dei rifugiati”. (ANSA).

Share Button