Ferrovie e programmi per il Sud. A Matera l’Ad di FS, Michele Elia

EliaMATERA – Grandi temi e approfondimenti sull’attualità, sulla cultura degli italiani e sull’eredità storica e culturale sono stati al centro dell’ultima giornata dell’Anteprima della Biennale delle Memorie, promossa da Italiadecide e dall’Istituto dell’Enciclopedia italiana a Matera e Martina Franca. Da dove si parte per migliorare il collegamento infrastrutturale di Matera? Molte idee, alcune priorità ma anche la necessità di definire, programmi, risorse e interventi. La capitale europea della cultura porta con sé l’attenzione nazionale, con le conferme arrivate nelle ultime settimane proprio dal governo, prima col Ministro Delrio e poi col Premier, Matteo Renzi. Sulla questione delle infrastrutture e delle direttrici, sia sul lato tirrenico sia sul lato adriatico, alcune risposte sono venute, in particolare, questa mattina dall’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Michele Elia, in merito alle priorità e alle prospettive. Diversi i temi che sono stati affrontati nel corso dell’intervista che ha avuto luogo a Casa Cava, dal raddoppio della linea Bari Matera delle Fal, all’ipotesi di un potenziamento della Matera Gioia del Colle, in questo caso sul fronte viario. Nel corso della mattinata, ha avuto poi luogo la Lectio Magistralis di Ernesto Galli della Loggia, Storico ed editorialista de “La Stampa” e del “Corriere della Sera”. Intervento che in questo caso si è sviluppato intorno al tema “Memorie della nazione e memorie dei cittadini”, in particolare con riferimento ai cambiamenti intervenuti in seno alla società negli ultimi decenni.