Nucleare. Un concorso internazionale per il Parco Tecnologico del Deposito unico

SI CHIAMA “OFFICINA FUTURA” IL CONCORSO DI IDEE SUL PARCO TECNOLOGICO CHE SORGERÀ NEL DEPOSITO NAZIONALE DEI RIFIUTI RADIOATTIVI LANCIATO DALLA SOGIN E DIRETTO A PROFESSIONISTI ED ESPERTI DEL SETTORE MA ANCHE AGLI STUDENTI.

Sogin Deposito Unico NucleareIl Parco Tecnologico sarà un centro di ricerca e formazione a livello internazionale dedicato a studi nel campo dello smantellamento degli impianti nucleari, della gestione dei rifiuti radioattivi e della salvaguardia ambientale, che sorgerà – unico caso al mondo, sottolinea la Sogin in una nota – accanto al deposito nazionale per la messa in sicurezza finale delle scorie radioattive, la cui localizzazione è in corso di individuazione.

L’obiettivo del concorso, suddiviso nelle categorie ‘Professionisti’ e ‘Studenti’, è quelli di raccogliere le migliori proposte di concept architettonico, acquisendo una proposta ideativa che definisca un “modello d’intervento” per la realizzazione del Parco Tecnologico. “In tal modo – rileva la Sogin – la comunità che ospiterà il Deposito avrà l’opportunità di disporre di un ‘modello di struttura’ attrattivo e ad alto livello tecnologico, che rappresenti un valore aggiunto e un tratto distintivo per il territorio nel quale sarà costruito”.

Nella categoria Professionisti saranno premiati i 10 migliori “modelli di intervento”. Sogin riconoscerà un premio di 50 mila euro al vincitore, mentre i restanti 9 riceveranno un premio di 20 mila euro ciascuno. Per la sezione Studenti, alle 5 migliori idee sarà riconosciuto invece un rimborso spese di 1.000 euro ciascuno. Tutte le proposte saranno valutate da una Commissione Giudicatrice composta da cinque membri.

Share Button