Legambiente: il 38% dei reflui della Basilicata non viene trattato adeguatamente

Goletta-Verde_bigMARATEA – “Il 38% dei reflui della Basilicata non viene trattato adeguatamente. E’ urgente porre fine alla crisi depurativa di questa regione: utilizzare subito i fondi già disponibili per garantire la qualità ecologica dei mari e fiumi, coinvolgendo sia i comuni costieri che dell’entroterra”.

E’ questa la fotografia scattata da Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio ed all’informazione sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane, presentata a Maratea (Potenza).

“Dalle foci dei fiumi – è stato sottolineato – arriva a mare un carico inquinante ancora troppo elevato, con evidenti problemi per la salvaguardia dell’ecosistema marino. Due dei tre campionamenti effettuati lungo le coste della Basilicata, così come già capitato negli anni passati, hanno, infatti, evidenziato cariche batteriche elevate. Nello specifico, fortemente inquinato è stato giudicato il campionamento effettuato alla foce del canale Bufaloria, in località Lido Torre a Scanzano Jonico, mentre il giudizio è di ‘inquinato’ per la foce del fiume Basento a Torre a Mare di Metaponto. Nei limiti di legge, invece, il prelievo effettuato presso la spiaggia di Calaficarra a Marina di Maratea”. Legambiente “chiede quindi che Regione Basilicata e amministrazioni comunali si attivino immediatamente per porre fine alla crisi depurativa di questa regione utilizzando subito i fondi già disponibili per garantire la qualità ecologica dei mari e fiumi, coinvolgendo sia i comuni costieri che dell’entroterra”

Share Button