Violenza sulle donne, in Mauritania è guerra alle baby spose

maria antezzaLa Mauritania ha dichiarato guerra al matrimonio delle minorenni, un fenomeno che riguarda più di un terzo delle unioni nel Paese, secondo le stime ufficiali, la metà secondo le organizzazioni per i diritti umani. Una notizia epocale che riguarda la sofferenza di un moltitudine di bambine, future donne. La violenza sulle donne si può esprimere in tanti modi e questo delle baby spose di alcuni paesi africani,orientali e medio orientali è uno dei più terribili e molto diffuso. Lo segnala la deputata Pd Maria Antezza, componente dell’ufficio di presidenza della Bicamerale Infanzia e Adolescenza. In Italia, sottolinea l’esponente del Partito Democratico, contro la violenza delle donne stiamo facendo molto , dalla ratifica della convenzione di Istanbul, alla legge approvata contro il femminicidio i cui risultati nel 2014 sono arrivati: i femminicidi sono infatti diminuiti. Ancora però c’è molto da fare e la tutela delle donne deve passare non soltanto dal rispetto delle leggi ma da un capillare cambiamento culturale del nostro paese che ponga donne e uomini su un piano di pari dignità e pari autonomia.

Share Button