Go On Basilicata, iniziative in tutta la Basilicata

informatica

Si è conclusa, presso il teatro Don Bosco a Potenza, Go On Basilicata, la grande manifestazione promossa da Wikitalia con l’obiettivo di aumentare le competenze digitali dei cittadini, di imprese e della Pubblica Amministrazione. Sul palco del Don Bosco i digital champions hanno raccontato la lunga ed intensa giornata lucana. Nei 131 comuni della Basilicata si sono tenuti 148 eventi, che hanno coinvolto il mondo della scuola, dell’impresa, gruppi di cittadini, per un totale di 15.000 partecipanti. Numeri importanti apprezzati dall’Unione Europea che ha “cinguettato” su Twitter i complimenti per il Go On. “Avete mostrato la voglia di innovazione che c’è in Basilicata – ha detto Riccardo Luna, Wikitalia, nell’aprire il momento conclusivo del Don Bosco. “Il vero petrolio si chiama internet – ha aggiunto Luna – si chiama rete. Bisogna averla, conoscerla, usarla”. Sono 40 inoltre i digital champions che verranno nominati questa sera. Intanto, al Don Bosco spazio al web team Matera 2019, un esempio vincente di digitale da mettere in campo per sfide importanti. Ripercorrendo la giornata. Go on Basilicata ha preso il via in mattinata ed è stata accompagnata da diverse iniziative su tutto il territorio. In particolare a Potenza, la Regione Basilicata ha presentato un nuovo portale dedicato agli open data, tappa del percorso intrapreso nel febbraio scorso con l’istituzione della task force per l’Agenda Digitale. La nuova piattaforma è stata lanciata online presso la Sala Verrastro del Palazzo della Giunta alla presenza tra gli altri dell’assessore alle Politiche per lo sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca Raffaele Liberali, con un evento inserito nel programma Go On Bas. Molte le iniziative organizzate anche a Matera, che hanno avuto, anche in questo caso come punti di riferimento imprese, scuole e cittadini. In particolare, i pensionati di Cna hanno potuto cimentarsi con alcuni dei principali strumenti della rete, dall’uso di facebook agli indirizzi di posta elettronica. Una occasione importante ha detto Stefania Milo, Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Cna per diffondere tecnologia e innovazione. Soprattutto da parte di chi può permettersi di approcciarci agli strumenti offerti dalla rete non per lavoro ma per curiosità. Punti di riferimento privilegiati della iniziativa lucana sono stati anche i ragazzi. Anche Matera ha infatti organizzato un mega coderdojo presso la Scuola Secondaria di 1° grado Nicola Festa, in contemporanea , i bambini della scuola dell’Infanzia nel plesso della Minozzi: con l’Ipad hanno testato una metodologia sperimentale in età pre scrittura con il Minidojo.

 

Share Button