Intesa a Matera tra mongolfiere e gastronomie con le città di Urgup e Igualada

Conferenza stampa mongolfiereMATERA – Turismo, gastronomia, cultura, imprenditoria in volo nel cesto delle mongolfiere per favorire la cooperazione tra Italia, Turchia e Spagna. Con questo obiettivo le città di Matera, Urgup (Cappadocia) e Igualada (Catalogna), dove da 18 anni si svolge l’Europa Balloon Festival hanno sottoscritto oggi nella città lucana, nel corso del ”Matera balloon festival” un protocollo di intesa che lega territori dell’area mediterranea, accomunati dalla passione per la filiera turistico sportiva per i voli in mongolfiera, dal paesaggio rupestre e dalla gastronomia. L’iniziativa è stata promossa dall’associazione Murgia Madre, che ha organizzato dal 9 al 12 ottobre il festival con eventi sportivi, gastronomici, culturali e imprenditoriali. L’importanza dell’intesa, che sarà supportata da un gruppo tecnico di lavoro, per lavorare a un progetto comune che porterà alla realizzazione di un ”Distretto della mongolfiera”, è stata evidenziata dai sindaci di Matera, Salvatore Adduce, di Urgup, Fahrzi Yildiz, accompagnato dal viceconsole onorario d’Italia in Urgup, Toren Belin, dal vicesindaco di Igulada, Jordi Segura, e da Patrizia Minardi, funzionario della Regione Basilicata per la programmazione. Sul piano pratico, Francesco Ruggieri, responsabile dell’organizzazione del Matera Balloon festival ha annunciato che si sta lavorando alla delocalizzazione a Matera della lavorazione di pellame, che parte dell’indotto dell’industria della filiera della produzione di mongolfiere particolarmente attiva a Igualada, dove opera la “Ultra Magic” dei fratelli Joseph e Carles Lando. Decolla anche la ”scuola piloti” con richieste di iscrizione da varie parti del mondo.

Share Button