Celebrata anche al C.A.R.A. di Matera la Giornata dell’Accoglienza

CARA MateraMATERA – La giornata della Memoria e dell’Accoglienza promossa dalla cooperativa sociale Auxilium. Obiettivi e significati sono stati rievocati ieri anche al C.A.R.A. di Matera. È importante, era stato ribadito alla vigilia dell’evento, che questo momento di commemorazione possa essere vissuto non solo da chi si è trovato a Lampedusa ma anche da tutto il mondo dell’accoglienza in Italia e da quanti operano per migliorare le condizioni di vita e la dignità di coloro che arrivano nel nostro Paese attraverso un viaggio disperato e di speranza che troppe volte si trasforma in tragedia. A tal fine la cooperativa sociale Auxilium, che ormai da quindici anni è impegnata a promuovere il benessere di chi si trova in condizioni di disagio fisico, psichico e sociale, ha organizzato presso i centri in cui opera per garantire una prima accoglienza agli stranieri e richiedenti asilo, un momento di commemorazione e condivisione che ha coinvolto gli ospiti presenti nelle varie strutture, i rappresentanti delle istituzioni, del mondo cattolico e di tutti quelli che operano nell’immigrazione. Nella struttura materana, ha ribadito il direttore del C.A.R.A., Carlo Vallone, sono presenti attualmente 81 i migranti di varia nazionalità. Per quanto riguarda invece i temi dell’accoglienza e della permanenza, a livello provinciale, non si riscontrano, ha fatto notare il Prefetto di Matera, Luigi Pizzi, particolari criticità.

Share Button