Regionali 2013 in Basilicata. Come si vota

Come si votaDomenica 17 novembre dalle ore 8.00 alle ore 22.00 e lunedì 18 novembre dalle ore 7.00 alle ore 15.00 si svolgono le operazioni di votazione per l’elezione del presidente della giunta regionale e del consiglio regionale di Basilicata.

Per esercitare il diritto di voto occorre presentarsi al seggio esibendo oltre alla tessera elettorale personale anche un documento d’identità valido.

Se non si possiede la tessera, anche causa smarrimento, è possibile farne richiesta all’ufficio elettorale del proprio comune di residenza.

La scheda per votare che sarà consegnata al seggio è di colore verde. Unitamente a questa sarà consegnata una matita copiativa da restituire dopo aver votato.

A norma della legge 23 febbraio 1995, n. 43, ciascun elettore può:

a) votare, con un unico voto, per una lista provinciale e per la lista regionale collegata, tracciando, con la matita copiativa, un segno nel rettangolo che contiene il contrassegno della lista provinciale.
In tal caso l’elettore esprime un voto valido sia per la lista provinciale sia per la lista regionale collegata (art. 2 della legge n. 43/95);

b) esprimere, altresì, un voto disgiunto, cioè tracciare, con la matita copiativa, un segno nel rettangolo recante una delle liste provinciali ed un altro segno sul simbolo di una lista regionale, non collegata alla lista provinciale prescelta, o sul nome del suo capolista. In tale ipotesi il voto è validamente espresso sia per la lista provinciale che per la lista regionale rispettivamente prescelte, anche se non collegate fra loro (art. 2 legge n. 43/95);

c) esprimere un unico voto per una delle liste regionali e per il suo capolista tracciando, con la matita copiativa, un segno sul simbolo di una lista regionale o sul nome del capolista, senza segnare, nel contempo, alcun contrassegno di lista provinciale. In tal caso s’intende validamente votata la lista regionale ed il suo capolista, mentre è esclusa ogni attribuzione di voto alla lista o alle liste provinciali collegate (art. 2 legge n. 43/95);

d) manifestare un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere compreso nella lista provinciale, scrivendone il cognome ovvero il nome e il cognome sulla apposita riga tracciata alla destra di ogni contrassegno (art. 2 legge n. 43/95 e art. 13 legge n. 108/68).

La scheda deve essere restituita debitamente piegata; questa operazione deve essere eseguita dall’elettore prima di uscire dalla cabina. Con la scheda deve essere restituita anche la matita copiativa

Share Button