Situazione disperata alla Mythen di Ferrandina.

Ingresso dello Stabilimento Mythen

Ingresso dello Stabilimento Mythen

Ferrandina – Situazione disperata alla Mythen di Ferrandina. I lavoratori guidati da FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UILCEM UIL, sono in sciopero da tre giorni,con blocco di tutte le produzioni e del materiale in uscita.

Lo sciopero, fanno sapere le sigle sindacali, è scaturito dall’insopportabile situazione di arretrato nella elargizione delle spettanze dovute. Infatti, nonostante lo stabilimento produca in modo costante, una pesante situazione finanziaria ha determinato il cumulo di tre mensilità di stipendio, più altre spettanze contrattuali maturate e non corrisposte da oltre un anno.

Dopo la pausa natalizia,constatata l’ennesima mancanza di rispetto degli accordi sottoscritti in sede regionale il 26 novembre scorso, i lavoratori in modo compatto ed unito si sono rifiutati di far ripartire gli impianti di produzione se prima non vengano saldate le spettanze pregresse. La Mythen occupa circa 70 dipendenti diretti più almeno una trentina di indotto. Forte è  il rischio di chiusura se non intervengono nuovi capitali e/o nuovi soci nella compagine societaria.

Da lunedì le sigle sindacali chiederanno l’ennesimo intervento del Prefetto di Matera e della Regione per mettere in campo con ogni forza tutti i tentativi per scongiurare l’’ennesima chiusura nel paesaggio “lunare” della Valbasento .

Share Button